I migliori software per impaginare ebook

impaginare-ebook-software
Marco Ponteprino

Marco Ponteprino

Articolista, Copywriter, Newser e SEO. Grande appassionato di scrittura e web, grazie ad anni di studio e pratica, sono riuscito a coronare il mio sogno e a lavorare stabilmente sulla rete come contet web creator.

Impaginare eBook è una tipologia operazione che non andrebbe mai sottovalutata. Una volta che è stato realizzato il contenuto testuale infatti, se vuoi offrire un prodotto completo, avvincente e scorrevole, è necessario completarlo con una degna “confezione”.

Se hai un minimo di conoscenza del settore, puoi capire bene come l’aspetto grafico sia tutt’altro che superfluo.

Dopo aver individuato a grandi linee i programmi per scrivere eBook, ho deciso di dedicare qualche riga in maniera specifica a quelli utili in fase di impaginazione.

Perché NON dovresti impaginare eBook?

Prima di scendere nello specifico voglio stuzzicarti con un titolo che, almeno a prima vista, può sembrare semplice provocazione. Perché non dovresti impaginare eBook, soprattutto se stai lavorando per un cliente?

Come già accennato, la fase grafica è, per ovvie ragioni di grande impatto visivo. Questa ha una rilevanza elevatissima a prescindere dall’ottica in cui realizzi un eBook, ovvero che si tratti di un lead magnet, di un lavoro di carattere prettamente hobbistico o una guida tecnica.

A meno di eBook particolarmente semplici, come un romanzo, in cui non sono presenti immagini e il testo risulta protagonista assoluto, dovresti affidare questo genere di lavoro a un grafico professionista.

Improvvisare infatti, potrebbe portarti a un prodotto che, seppur ricco di contenuti interessanti, si presenta molto male. L’ausilio di un professionista dunque, può rendere il risultato migliore ed apprezzabile sotto ogni punto di vista.

I software per l’impaginazione di eBook

Se i tuoi lavori sono di carattere amatoriale o se vuoi cimentarti nell’impaginazione di eBook, puoi comunque affidarti a uno dei tanti software disponibili in questo campo.

In tal senso Adobe InDesign rappresenta in non plus ultra del settore. Il software in questione è utilizzato nell’ambito dell’editoria professionale, a testimonianza della sua valenza.

Adobe InDesign è considerata la soluzione ideale per il settore pro. Se ti stai avvicinando al settore però, puoi adottare soluzioni meno costose ma comunque più che funzionali
L’applicazione è stata lanciata sul mercato nell’ormai lontano 1999. Fin dall’inizio, è apparso chiaro come l’azienda volesse spodestare dal trono un concorrente affermato come QuarkXPress il quale, all’epoca, era il dominatore incontrastato del settore.

Nel corso degli anni, Adobe ha sempre più affinato questo strumento, rendendolo un vero e proprio punto di riferimento per gli editori di tutto il mondo. Incluso nel pacchetto Adobe Creative Cloud, questa soluzione rappresenta la scelta migliore per qualunque grafico.

Ti ricordo però che il suddetto servizio, per essere accessibile richiede la sottoscrizione di un abbonamento da 24,39 euro al mese.

Le alternative a pagamento

Abbiamo già citato QuarkXPress che, a distanza di tanti anni, è ancora un software aggiornato, supportato e pienamente funzionante. C’è però da dire che, questa applicazione, ha saggiamente virato verso il web design, cercando di specializzarsi e di non competere con un colosso come Adobe.

Un’altra alternativa per impaginare eBook, e non solo, è senza ombra di dubbio Affinity. Si tratta di una soluzione professionale ma, al contempo, alquanto economica.

eBook

Con una cinquantina di euro infatti, puoi acquistare il software una tantum. Affinity è una new entry del settore, essendo stato lanciato solamente nel 2018.

Sebbene le funzioni di questa app siano leggermente più limitate rispetto a InDesign, riesce comunque a proporre un’interfaccia simile e a comportarsi in maniera egregia nella maggior parte dei casi. Inoltre, esso funziona sia su Windows che in ambiente Mac.

Un altro nome, anche se meno noto rispetto ai precedenti, è quello di Xara Page & Layout Designer. L’app in questione, disponibile a un prezzo simile ad Affinity, può essere considerato un altro competitor degno di attenzione.

L’interfaccia ha un sapore leggermente retro, il che per alcuni può risultare piacevole. La facilità di utilizzo, così come la presenza di alcuni modelli prefabbricati, permettono a Xara Page & Layout Designer di accontentare i grafici amatoriali che hanno comunque una certa esperienza.

Le soluzioni gratis

Quando si tratta di impaginare eBook però, non è detto che devi ricorrere per forza a software costosi.

Se hai tempo e voglia per imparare a usare LaTeX, puoi ottenere risultati professionali con uno strumento del tutto gratuito!
Per esempio, LaTeX è una alternativa gratuita in grado di offrire risultati professionali. Unico grande svantaggio, in tal senso, è il fatto che questa opzione non è particolarmente user friendly. Nonostante tale soluzione sia estremamente potente, presenta una curva di apprendimento piuttosto impervia.

Altra soluzione gratuita è costituita da Scribus, questa volta più improntata verso l’impaginazione di eBook (ma anche altri asset come newsletter, presentazioni, brochure e tanto altro) anche per chi non ha particolare esperienza. Lanciato sul Web nel 2003, ad oggi può dunque essere considerata una delle migliori soluzioni per chi lavora in ambito amatoriale o semi-professionale.

In conclusione

Impaginare un eBook con il fai da te non è difficile e, anzi può essere alquanto divertente. Io stesso, qualche anno fa, ho pubblicato su Amazon una piccola guida a un browser game, semplicemente impaginando il PDF con software basilari.

Trattandosi di un lavoro in ambito amatoriale, non è stato necessario affidarsi a particolari servizi. Tutto cambia se stai cercando di realizzare un contenuto di livello o che ha comunque un fine oltre a quello semplicemente informativo.

Padroneggiare InDesign non è intuitivo e richiede comunque un discreto esborso di denaro. Le soluzioni gratuite, LaTeX su tutte, non sono le più facili da gestire.

In caso di un eBook finalizzato alla vendita di un prodotto, alla promozione di un brand o quant’altro, potrebbe dunque essere necessario lasciare da parte il fai-da-te e affidarsi a chi svolge questo compito quotidianamente nel proprio ambito lavorativo.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on vk
VK
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on delicious
Delicious
Share on pocket
Pocket